Super Luna del 10 Agosto 2014

Luna-Tignolinotn

Nell’immagine , una Luna piena da perigeo, da noi ripresa nel 2007 da Masera. Levandosi dal monte Tignolino, che sovrasta le alture di Trontano, in val d’Ossola, essa illumina la croce posta sulla sua sommità. Nikon D40 @ fuoco diretto su Takahashi Tsa 102 f/8

Il termine super Luna,  viene profanamente attribuito all’ astro selenico, in occasione di configurazioni astronomiche peculiari. La  cultura popolare conosce, tra l’altro, una Luna del raccolto ( Harvest Moon), una della caccia ( Haunting Moon), una Luna blu ( la terza luna piena di una stagione che ne conti quattro). Ricorrenze care soprattutto alla tradizione rurale nordamericana e in alcuni casi, anche a ragion veduta: Per la maggior parte dell’ anno, la Luna sorge ogni giorno con circa 50 minuti di ritardo rispetto al precedente ( per dirla tutta, alcuni giorni non sorge neppure ); quando l’equinozio di autunno si avvicina, tale intervallo può scendere anche a 25 minuti e nelle distese del profondo nord boreale, addirittura a 15 minuti. La ragione di questo va ravvisata nella configurazione dell’ orbita lunare, che nei pressi dell’ equinozio d’autunno, forma un angolo esiguo con l’orizzonte della sera. Appena tramontato il Sole, ecco sorgere una magnifica Selene e, come il passato testimonia, l’attività nei campi può giovarsi di una favorevole appendice lavorativa, protratta fino a tarda sera. E’ l’ Harvest Moon, cantata magnificamente da Neil Young, le cui note ci insegnano che questa, un tempo, era anche l’occasione per uscire e sognare un po’. Per contro, in ottobre, la simile Luna della caccia, non sembra riecheggiare altrettante considerazioni poetiche…

Anche di super Luna si parla spesso negli ultimi anni, ed i media la celebrano, non sempre a ragione. A causa dell’ eccentricità orbitale lunare, la distanza Terra-Luna varia continuamente durante l’anno, tra un massimo detto apogeo ed un minimo detto perigeo ( mediamente di 382.900 kilometri). Quando il nostro satellite ( in realtà Terra e Luna formano un pianeta doppio), si trova nei pressi della minima distanza, e ad un tempo in fase di piena illuminazione o di novilunio, si ha appunto una super Luna. Per contro, alla massima distanza avremo una Micro Luna. La configurazione migliore ( o peggiore) si ripete secondo un ciclo di 14 mesi. Dato però che la Luna revolvera in un orbita sinodica molto ellittica (eccentricità 1/25), in circa 27 giorni, e  non essendo conseguentemente costante la distanza al perigeo, è arbitrario selezionare un evento come rilevante. Ci si accontenta del resto, di un non ben identificato passaggio “prossimo” al perigeo. E’ quindi evidente, che l’espressione ” once in a blue Moon”, con cui gli anglosassoni definiscono, guarda caso, gli eventi eccezionali, non sempre è calzante, se riferita proprio alla Luna.

Visto che, astronomicamente parlando, questo evento è banale e molto ricorrente, gli astronomi non vi danno molta importanza. I termini che lo descrivono, del resto, sono presi a prestito dall’ astrologia, al cui servizio Richard Nolle, li coniò nel 1979. Ma una sana impostazione scientifica è d’obbligo: grazie ad essa  oggi sorridiamo di fronte a quei miti che di volta in volta attribuivano ai pleniluni di perigeo, terremoti e calamità di ogni sorta. Nel 2014 si hanno 5 grandi lune : il 1° e 30 Gennaio, il 12 Luglio, il 10 Agosto ed il 9 Settembre. L’evento del 10 Agosto , un po’ speciale lo  è davvero. In questa occasione,  la luna sarà piena alle ore  18:09 UTC ( le 20:09 da noi), circa 25 minuti dopo il suo passaggio al perigeo, previsto per le ore 17:44 UT ( le 19:44 in Italia). Avremo anche il massimo avvicinamento alla Terra dell’ anno (356,896 km), e il più ravvicinato in assoluto dal 2011. Per la verità, si tratta di una distanza di soli 1500 km inferiore a quella di Luglio 2014, ed appena 27 km rispetto a Gennaio ( ma con Luna all’ apogeo). In soldoni avremo una Luna di circa l’ 8% più grande della media delle Lune Piene, e del 15% maggiore della media di  mini Lune d’apogeo. Per la prossima Luna piena da perigeo, dovremo aspettare il 28 Settembre 2015. La mega Luna del 26 Novembre 2016 sarà ancora più significativa, con perigeo a 356,509 Kilometri.Un record storico è quello del 14 gennaio 1930, con Luna da perigeo a 356,397 km, per superarlo, anche solo di una manciata di kilometri, dovremo attendere il 1° gennaio 2257 ( perigeo a 356,371 km)!

Va notato che in queste occasioni , l’ interazione gravitazionale del sistema Terra- Luna, viene leggermente modificata e le maree divengono visibilmente più accentuate. In via generale il fenomeno rende l’astro selenico del 14% più grande e del 30% più luminoso, di quanto non lo sia normalmente. Ad occhio nudo però, difficilmente si potrà scorgere qualche differenza sostanziale. E’ la fotografia che può rendere giustizia alla portata fisica dell’ evento, attraverso la comparazione di pose scattate in periodi diversi, e garantendo la cattura di  interessanti suggestioni, incastonando il nostro brillante astro, in una cornice naturalistica.

Andrea.B@Webmaster

About Andrea.B@Webmaster

Di formazione giuridica, da circa 15 anni mi interesso di astronomia ,di aeroplani, di scienza in genere e divulgazione.
This entry was posted in Astro and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × due =