Il frenetico cielo di Novembre

Novembre è notoriamente un mese  di intensa attività meteorica: entro la prima metà del mese aggiungono il picco di attività gli sciami delle Tauridi del Sud e delle Tauridi del Nord, del resto già debolmente attivi da Settembre. Ma l’attesa maggiore è naturalmente per le spettacolari  Leonidi, il cui picco avverrà nella notte tra  il 17-18.L’intensità di questo sciame, con le meteore più veloci che si conoscano ( 71 km/s), è variabile in quanto legato all’orbita trentennale della cometa 55P/Tempel-Tuttle ed in passato, secondo una ciclicità di 33 anni, si sono registrate tempeste incredibili.Un articolo a riguardo è stato scritto nel 2014, cliccare qui per raggiungerlo.La stazione IMTN di Masera in questi giorni  ha già ripreso alcuni oggetti di considerevole luminosità appartenenti quasi sicuramente ad una delle tre famiglie, e la cui natura sarà in seguito indagata approfonditamente col software UfoAnalyzer.

Ecco le effemeridi dei tre sciami maggiormente attivi nel periodo.

SciameTauridi del sudTauridi del nordLeonidi
Perido7 Set -19 Nov19 Ott-10 Dic05-30 Nov
Max08-09 Ott12-13 Nov 17-18 Nov
Rad. AR (h,m) ; DEC (°)02:08; +8.7°03:52 ;+22.7°10:08 ;+21.6°
ZHR5515 (ma molto variabile)
Velocità Km/s283071
Parent Body2P/Encke 2P/Encke 55P/Tempel-Tuttle
Pop Index2.32.32.5

Il rateo orario zenitale (ZHR) indica il numero teorico di meteore visibili in un’ora, da parte di un osservatore posto sotto un cielo perfettamente buio e trasparente col radiante allo zenith.Lo si può calcolare con la seguente formula

ZHR=\frac{N}{t}\cdot r ^{(6.5-Ml)}(\frac{1}{1-x})\cdot\frac{1}{sin\alpha}  in cui

r è l’indice della popolazione dello sciame; si ricava dalle tabelle come la nostra, ove viene indicato come Pop Index..
Ml  è la magnitudine visuale limite dello scenario osservativo.
x     è la percentuale del cielo oscurato da formazioni nuvolose o da ostacoli vari ( alberi, edifici, ecc..).
ª     è l’altezza in gradi del radiante sopra l’orizzonte.

 

Ma in questi giorni a tenere banco è anche un altro fenomeno che per Venerdì 13 si preannuncia spettacolare. Nessuna superstizione, si tratta di WT1190F, un misterioso detrito spaziale avvistato per la prima volta il 3 Ottobre 2015 dai telescopi del programma Catalina Sky Survey, che nelle prossime ore  si scontrerà con l’alta atmosfera terrestre. La sua natura è ancora ignota. Ma secondo il NEOCC (Near Earth Object Coordination Centre) dell’ agenzia spaziale europea, quest’oggetto risponde al vento solare e alla pressione della radiazione in modo tale da poter affermare che la sua densità sia di appena il 10% di quella dell’ acqua; predicato troppo esiguo per un frammento asteroidale o cometario.E’ probabilmente di fattura umana, si ipotizza si tratti di una parte dello stadio superiore di un razzo, che come tanta altra spazzatura cosmica, si trova a vagare sopra le nostre teste.Ma nessuna paura: il 13 Novembre alle 06:20 UT ,sotto la spinta dell’ attrazione gravitazionale del nostro pianeta, WT1190F entrerà in atmosfera sopra le acque dello Sri Lanka, a 100 chilometri dalla costa, ove dovrebbe bruciare, anche se forse non completamente e qualche frammento potrebbe piombare nell’oceano.L’oggetto potrebbe quindi diventare un fireball ed essere avvistato come bagliore nelle brume del cielo mattutino ( da noi saranno le 07:20).Se si tratta di un manufatto umano, studiando la natura della luce prodotta, gli scienziati potranno identificare anche la missione di appartenenza.Escluso ogni timore per il rientro di WT1190F, resta la suspance per ciò che accadrà Venerdì, anche perché l’osservazione diretta della combustione di un oggetto spaziale, qualunque cosa esso sia, fornisce agli esperti l’occasione per approfondire le dinamiche del rientro in atmosfera di satelliti e detriti dalle orbite alte. WTF ( what the fuc..) è WT1190F ? Staremo a vedere.

L’animazione mostra WT1190F  ripreso da Mauna Kea il 9 Ottobre 2015.
Credito: B. Bolin, R. Jedicke, M. Micheli

 


Andrea.B@Webmaster

About Andrea.B@Webmaster

Di formazione giuridica, da circa 15 anni mi interesso di astronomia ,di aeroplani, di scienza in genere e divulgazione.
This entry was posted in Astro. Bookmark the permalink.

One Response to Il frenetico cielo di Novembre

  1. Monica says:

    WT1190F cosa significa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 11 =